News

A Busto Arsizio il countdown finale del Torneo Mondiale Preolimpico di Pugilato

Pubblicato il 27 Febbraio 2024

A cinque giorni della kermesse del Road to Paris 2024, le autorità e gli Ambassador Oliva e Duran danno il benvenuto ai 115 Teams partecipanti e ai 633 atleti in gara per il pass olimpico.

 Busto Arsizio, 27 febbraio 2023 – Gli ultimi sparring ad Assisi, presso il Centro Nazionale di Pugilato, dove 33 Teams stranieri si stanno allenando insieme alla Squadra Azzurra, e tra cinque giorni il via ufficiale al Boxing Road To Paris 1st World Qualifying Tournament, in programma all’E-Work Arena di Busto Arsizio dal 3 all’11 marzo.

Un evento straordinario organizzato dalla Federazione Pugilistica Italiana – LOC Busto Arsizio, su designazione del CONI, che, sotto la supervisione della Paris Boxing Unit (CIO) e con il grande sostegno del Ministro per lo Sport e i Giovani – Dipartimento per lo Sport, il patronato della Regione Lombardia e il patrocinio dal Comune di Busto Arsizio, di Federalberghi Varese, della Camera di Commercio e di SEA MilanAirports, può contare su una rete sinergica. Prezioso il supporto del Main Sponsor Allianz, con cui è stata avviata la Boxing Experience in occasione della presentazione del Torneo a Torre Allianz, e degli Sport Equipment Suppliers Adidas e SportCom, che hanno fornito tutto il materiale sportivo, i ring con un imponente impiego di forze in campo.

Non meno gli Official Partners Herbalife, Pepe Mastro Dolciere, Cobalto, Tre Emme Sport e degli Event Partners Vivaticket, Official Ticket Provider, e Trenord, che ha previsto il biglietto speciale “Boxing World Qualifying Tournament”, un viaggio di andata/ritorno in treno da qualsiasi stazione della Lombardia alle stazioni di Busto Arsizio e Busto Arsizio Nord.

A sottolineare l’impegno e gli sforzi organizzativi sono sicuramente i numeri, presentati ufficialmente oggi presso la Sala del Consiglio del Palazzo Municipale della Città di Busto Arsizio. Ben 633 atleti (400 uomini e 233 donne), i migliori a livello mondiale, che, in rappresentanza di ben 115 Teams (113 NOCs, il Team degli Atleti Rifugiati e gli Atleti Neutrali Individuali), prenderanno parte alla kermesse che assegnerà̀ 49 pass olimpici. Un numero importante, con specifica di 21 pass alle donne e 28 pass agli uomini in 13 categorie di Peso (7 maschili – 6 femminili).

 

Oggi – dichiara il Sindaco della Città di Busto Arsizio Emanuele Antonelli – siamo veramente orgogliosi di poter ospitare un Torneo così importante. Leggere ‘Road to Paris 2024’ ci rende felici, entusiasti e convinti di regalare alla città giorni meravigliosi, grazie a uno sport altamente formativo quale è la boxe, con valori e regole. Busto Arsizio sarà al centro del mondo.”

 

Una sfida difficile – ha commentato il Presidente FPI Flavio D’Ambrosi ma con tanti alleati e che, grazie al Presidente del CONI Giovanni Malagò, al Ministro per lo Sport e i Giovani, alla Regione Lombardia, alla Città di Busto Arsizio, al CONI Regionale, agli sponsor e partner e in primis al Presidente Massimo Bugada e al LOC, contribuirà a rilanciare in modo concreto e tangibile il Pugilato Italiano. Avremo la possibilità di giocarsi in casa la qualificazione e dimostrare che un evento pugilistico può avere un impatto positivo su un territorio”.

Conseguenze microeconomiche decisamente positive grazie alla collaborazione e all’intervento dei Presidenti della Camera di Commercio Varese Mauro Vitiello e della Federalberghi Varese Frederick Venturi.

Il percorso di avvicinamento al Torneo, denominato “Boxing Experience Busto Arsizio 2024”, è stato presentato dal Direttore del LOC e Presidente del CR Lombardia Massimo Bugada: Abbiamo avviato una serie di iniziative tra cui lo spin-off di “Boxando s’Impara” che è in corso di svolgimento in 30 istituti scolastici con 2400 studenti coinvolti, grazie alla collaborazione delle istituzioni e all’impegno del Consigliere Federale e ViceDirettore del LOC Carlotta Rigatti Luchini”.

 

Sfida accettata anche dalla Regione Lombardia, rappresentata dal Sottosegretario con Delega allo Sport e Giovani Lara Magoni: Evento che denota una grande capacità organizzativa e da sempre la Regione Lombardia crede nella disciplina pugilistica, essendo presenti sul territorio più di cento ASD/SSD. Mi complimento per iniziative come Boxando s’Impara che aiutano i ragazzi a socializzare, a convogliare la loro energia in un’attività sana e motivante. Supporteremo ancora di più il movimento pugilistico per il grande lavoro che sta svolgendo”.

 

Nel cuore economico dell’Italia – ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Allianz Giacomo CamporaAllianz sarà al fianco della Federazione per questo evento internazionale, accompagnando i valori olimpici che caratterizzano uno sport come il pugilato, pietra fondante dei Giochi Olimpici”.

Pilastro importante anche lo sponsor tecnico Adidas, rappresentato da Emilio Appiana, Ceo di Jute Sport, che per questo Torneo ha messo in campo tutte le forze necessarie per valorizzare la competizione sportiva.

Plauso che arriva anche dal Presidente CONI Lombardia Marco Riva: “oggi la FPI è credibile, tanto che ci ha fatto ottenere questo Torneo. Fa emozionare il grande lavoro della Federazione nel territorio lombardo.”

 

A condividerne l’emozione, in prima linea, l’Assessore Economia e Sport Città di Busto Arsizio Maurizio Artusa: “grazie a questo grande evento, lo sport a Busto Arsizio si rialza definitivamente ripartendo dalla boxe, dopo gli anni dolorosi della pandemia. La boxe è un’arte, con tanti grandi valori, da tramandare ai più giovani”.

 

Tutto partirà dall’E-Work Arena, impianto all’avanguardia anche sul piano della sostenibilità ambientale, che valorizzerà la lunga tradizione pugilistica, vanto del territorio, di cui sono testimoni diretti e fautori il Consigliere Federale e portavoce Comitato d’Onore Salvatore Cherchi e il Presidente della Master Boxe di Busto Arsizio Livio Grandis.

 

E non può esserci un evento di valore senza un Comitato Ambassador di Campioni di Sport e di Vita come i nostri ineguagliabili Patrizio Oliva, Oro Olimpico Mosca ‘80 e Camp. Mondiale-Europeo dei Super Leggeri e Welter e Alessandro Duran, Campione Mondiale e Campione Europeo dei Welter. Con loro il via ufficiale al Torneo che vedrà in gara per l’Italia ben 9 atleti guidati dal DT Emanuele Renzini e da tutto lo Staff Tecnico delle Nazionali Azzurre.

 

COMPOSIZIONE DEL TEAM AZZURRO AL WQT1

Team Azzurro che sta scaldando i guantoni.

Saranno 9 gli atleti italiani che gareggeranno: per le donne nei 54kg Sirine Charaabi, nei 60kg Alessia Mesiano, nei 66kg Angela Carini, nei 75kg Melissa Gemini; mentre per gli uomini nei 51kg Federico Serra, nei 57kg Francesco Iozia, nei 63,5kg Gianluigi Malanga, nei 71kg Salvatore Cavallaro e nei 92+kg Diego Lenzi. A guidarli sarà il DT Emanuele Renzini, aiutato dai Tecnici Riccardo D’Andrea, Laura Tosti, Sumbu Patrizio Kalambay, Eugenio Agnuzzi, Massimiliano Alota, Gennaro Moffa e Giovanni Cavallaro. Faranno parte del Team anche i fisioterapisti Fabio Morbidini e Pierluigi Pantini e il preparatore atletico Mattia Tanci.

Accanto a loro gli azzurri che hanno già conquistato il pass olimpico agli European Games di Cracovia: Irma Testa nei 57 Kg, Aziz Abbes Mouhiidine nei 92 Kg, Giordana Sorrentino nei 51 Kg e Salvatore Cavallaro negli 80.

 

Ph FPI/Bozzani (foto libere da diritti)